ZENER 1992

I CONSIGLI GIUSTI PER SBAGLIARE IN BORSA. Così se perdete i vostri soldi non venitemi a dire che non ve lo avevo detto. mail: zener.blog@gmail.com Sono su Skype: zener

mercoledì, marzo 14, 2007

ACTELIOS



Actelios.

Dati in miglioramento e criticità...è un titolo che divide le platee, sopratutto in questo momento in cui si fa appello alle fonti rinnovabili di energia, settore in cui l'Italia è indietro.

Il miglioramento dei dati riguarda tutti gli indicatori economici: ricavi a 95,81 mln (+17%), MOL a 45,61 mln (+28%), EBIT 23,74 mln (+25%) ed utile finale che dovrebbe attestarsi intorno a 11 mln (+142%).

Migliorata la PFN ma ciò è da imputarsi all'aumento del capitale avvenuto all'inizio del 2006 che ha portato in dote circa 250 mln di euro (di cui 205 mln per sovraprezzo).

In "cassa" risultano esserci circa 100 mln: la società con un patrimonio di circa 340 mln (i dati non sono indicati nella trimestrale...l'ho elugubrato io) potrebbe procedere ad investimenti sino a 200 mln lasciando a livelli ottimali il rapporto debiti/equity (0,33).

Alle attuali quotazioni di 8,25 corrisponde un Pe 2006 di 51X.

Per il 2007 considerando la stessa crescita percentuale dei ricavi ed un leggerissimo miglioramento dei margini si potrebbe vedere un utile di 14 mln con un PE 2007 di 40X....ancora un po cara....ma col discorso delle energie rinnovabili tanto di moda l'appeal del titolo va trovato oltre i fondamentali.

Criticità: decisamente basso il ROE che si attesta ad un misero 3,24%....circa il tasso di rendimento di un investimento a rischio zero...troppo poco.

ROI: il ritorno dell'Ebit sul capitale investito (patrimonio + PFN neg oppure - PFN positiva) si attesta per il 2006 al 10%....poco al di sopra del costo medio del capitale che solitamente in un'azienda si aggira tra il 6-9%..... se i soldini in cassa venissero utilizzati il capitale investito aumenterà, e se l'EBIT 2007 si attesterà intorno ai 28-29 mln attesi, il ritorno sul capitale investito diminuirà ancora....

Problematiche che possono essere superate con utili più corposi...ai quali bisogna provvedere con investimenti....una situazione che ricorda il cane che si mangia la coda...

Perchè mi piace: eventuali sviluppi normativa fonti rinnovabili; miglioramento dei dati ed un buon ROS (al 25%).

Perchè non mi piace: ROE e ROI sono bassi...(dicendo una cazzata si potrebbe anche abbassare il patrimonio con dividendi corposi e/o straordinari....aumenterebbe il ritorno in termini di ROE e ROI).

Da che parte state?

Faccio come la Consob: lascio che sia il mercato a fare le sue valutazioni.

3 Comments:

At 4:28 PM, Anonymous Anonimo said...

Cosa ne penso?
A me il titolo non dispiace assolutamente! Soprattutto in ottica di medio-lungo periodo!
Credo darà grosse soddisfazioni!

 
At 9:33 AM, Blogger M.F. said...

ciao zener,avevo una domanda,per te che sei esperto di analisi fondamentale,ma è mai possibile che le varie fidia,digital bros,olidata,fossero così esageratamente sottovalutate,e che il mercato accorgendosi del valore nascosto le abbia fatte salire del 200%,per me è solo speculazione,perchè sinceramente io non ci trovo nessun valore...ma sono alquanto allibito

 
At 10:03 AM, Anonymous Anonimo said...

non lo so Ferro!
Fidia non la conosco proprio.
Digital Bros ne parlai poco prima di Natale che quotava sotto i 4,00: dissi che non sarebbe stato uno scandalo vederla intorno ai 4,50 euro..capitalizzava poco, un nano borsistico, e per spostare i nani non servono mani forti.
OLIDATA: qui è diverso...quotava sotto i mezzi propri ed era quasi in turnaround quando a dicembre-gennaio vidi i dati di settembre...quotava sotto l'euro e comunque, sì, poteva essere una scommessa che andasse intorno ai valori di libro (BVPS)...ma non mi sarei mai aspettato queste quotazioni.
Al contrario di Exprivia: me ne accorsi ad ottobre quando quotava 0,89...l'unico titolo in cui mi sono "scoperto" dicendo 2 euro...
Una scommessa: CRESPI...a settembre è in quasi turn e quota sotto i mezzi propri (PBV a 0,77)...il valore di libro "dice" 1,39....ho fatto una valutazione con il metodo dell'EVA e prendendo a base l'EBIT di settembre (circa 3,60 mln) con le dovute rettifiche (poche...solo il risp. fiscale si interssi passivi) ed un costo cap. terzi per 4,20 (col metodo del ROD) ed un coso cap. prorpio di 8,70) ho un costo medio del cap. di 6,08...mi viene fuori una valutazione interssante..leggermente a premio sul valore di libro (1,47).
Tieni conto che sono valutazioni che dipendono molto da chi le fa...la mia potrebbe essere opinabile da molti punti di vista (tassi di rschio, beta, ecc).
Zener

 

Posta un commento

<< Home