ZENER 1992

I CONSIGLI GIUSTI PER SBAGLIARE IN BORSA. Così se perdete i vostri soldi non venitemi a dire che non ve lo avevo detto. mail: zener.blog@gmail.com Sono su Skype: zener

mercoledì, marzo 14, 2007

RONCADIN



Roncadin opera nel settore alimentare (marchio Arena uno dei più importanti);
I dati del biennio 2005 - 2006 sono una tragedia.
Anni che il patron di Roncadin - Dante Di Dario - ricorderà a lungo.
L'aviaria ha fatto la sua parte nel 2005 ma ormai nessuno ne parla più e forse il consumo di pollastri tornerà ai vecchi fasti.
Tutto quel rosso nel prospetto significa dati in peggioramento.
Il poco verde sono dati in miglioramento: parliamo solo di questi.
Anzi solo di questo: la posizione finanziaria è migliorata passando dai - 91mln di fine 2005 a - 32,80 mln di settembre2006....grazie alla trasformazione di debiti (obbligazioni) in capitale.
Beh...allora è una tipicità del settore food quella di trasformare debiti in azioni.
Lo fece anche Parmalat.
Se adesso comprate azioni Roncadin comprate anche il pollo...e tanto...che comunque - scherzi a parte -non fa male e quello Italiano è garantito da ogni pericolo di aviaria.
Società da rivedere in caso di turnaround (ma i bilanci in nero sono cosa rara per Roncadin a prescindere dall'aviaria....) cavalieri bianchi, fondi, aumenti di capitale...
Un augurio sincero alla società di uscire dalle secche che comunque garantisce il lavoro a circa 3.000 persone.
Forza Roncadin.

6 Comments:

At 10:08 AM, Anonymous w_fib said...

Io avevo mandato il cv x fare il resp. controllo di gestione, ma non mi hanno voluto. Eh eh

 
At 11:34 AM, Anonymous Anonimo said...

mi dispiace quando vedo conti simili.
Più che altro per le persone che lavorano in certe realtà...paura di perdere il posto...ecc.
Speriamo che tutto vada per il meglio.
Zener

 
At 3:57 PM, Blogger M.F. said...

bello il pollo!sono più belli i post con con le immagini!smile.

 
At 9:47 AM, Anonymous Anonimo said...

A meta' ottobre scade il warrant con strike 0,26. E' probabile che il titolo verra' tirato su (e anche in fretta), se vogliono incassare la conversione...

 
At 4:58 PM, Anonymous Anonimo said...

* Eppur si muove :-)
* by dagoweb

Roncadin: chiude 2006 con perdita di 30 mln -2-

MILANO (MF-DJ)--Roncadin ha chiuso il 2006 con una perdita netta di 30 mln (+12,3 mln nel 2005), un Ebitda negativo per 15,2 mln (-19,5 mln), un Ebit negativo per 23,2 mln (-27,8 mln) ed un fatturato di 331,6 mln (330,2 mln). L'indebitamento finanziario netto migliora a 23,8 mln (67,4 mln).

I dati del 4* trimestre 2006, si legge in una nota, evidenziano un Ebitda positivo per 4,5 mln, un Ebit positivo per 1,4 mln e ricavi per 89,3 mln. Com/chc

(END) Dow Jones Newswires

March 29, 2007 11:07 ET (15:07 GMT)

 
At 8:31 PM, Anonymous Anonimo said...

La mia testimonianza è quella di una persona che fino a pochi mesi fa vi ha lavorato,la situazione finanziaria ed economica è molto ma molto peggiore di quanto possa essere vista dal di fuori o rispetto ai comunicati che ogni tanto vengono fatti, quasi tutte le società del gruppo hanno delle posizione debitorie tali da rendere ingestibile anche le attività più normali (pagamento stipendi), oltre che sono continuamente costrette alla ricerca di fornitori alternativi in quanto molti di essi, sulla base della forte esposizione creditoria decidono di chiudere o sospendere le forniture.
Inoltre circa 15 mesi fa era stato avviato un processo di centralizzazione di tutte le risorse umane, almeno quelle più importanti e strategiche per l'intero gruppo dalle diverse sedi periferiche agli uffici di Roma dove ha sede la Holding (V.Cristoforo Colombo 115) prendendo in affitto uno stabile di 7 piani dove oltrre alla presidenza, il board della società e i dirigenti, vi sarebbero dovuti risiedere in tutto circa 150 persone compresi quindi quadri e operativi vari, dopo meno di un anno è mezzo di quello stabile sono stati subaffittati 4 piani e nei rimanenti 3 sono impiegati poco più di una trentina di persone (la differenza è dipesa dal fatto che vari dirigenti e quadri o sono andati via o sono stati messi in condizione di andarsene o semplicemente alla scadenza dei vari contratti atipici, non rinnovati, di cui le varie società del gruppo hanno fatto gran ricorso); ps.: negli ultimi 2 anni la holding ha visto il cambio di ben 5 amministratori delegati (questo dato è facilmente verificabile da qualsiasi sito di finanza). Questo può sembrare un quadro a tinte fosche, ma vi garantisco che è l'assoluta realtà, anzi è solo la punta dell'iceberg, la mia sensazione e quella di molti ex colleghi è che presto o tardi questo gruppo si potrebbe aggiungere ai due famosi gruppi agroalimentari che negli ultimi anni hanno generato dei crack finanziari senza precedenti nel continente, non a caso lo scorso giugno è stato faticosamente rinegozziato un Bond (a rieccoci) che la capogruppo non era in grado di saldare alla scadenza. Il mio augurio per tutti quelli che direttamente (dipendenti) o indirettamente (investitori) hanno interessi in questa società, è che prima che questo gruppo faccia il botto ci sia qualcuno (Consob, Banca d'Italia, Ministero o qualche giornalista che faccia finalmente il proprio mestiere) che faccia emergere tutto il marciume che uno pseudo imprenditore sta generando sotto gli occhi di tutti senza che nessuno se ne avveda o decida di fermarlo per il bene dei su menzionati soggetti e ancora una volta per la credibilità del nostro paese che sicuramente ne avrebbe bisogno.

 

Posta un commento

<< Home