ZENER 1992

I CONSIGLI GIUSTI PER SBAGLIARE IN BORSA. Così se perdete i vostri soldi non venitemi a dire che non ve lo avevo detto. mail: zener.blog@gmail.com Sono su Skype: zener

lunedì, aprile 02, 2007

mi si chiede

Di Finarte Semenzato e Schiapparelli.
Finarte non sono riuscito a trovare i dati della trimestrale che dovevano uscire il 30 marzo: sul loro sito la pagina investor delle trimestrali è in allestimento e sul sito di BorsaItalia siamo ancora fermi a coi dati di giugno....
Schiapparelli: ho dato un'occhiata veloce ai bilanci..ricavi modesti e..continue perdite che nel tempo hanno eroso il capitale sociale da 30 mln a 11 mln...non sono riuscito a trovare provvedimenti relativi ad aumenti di capitale sociale (il codice civile lo impone in queste situazioni) ...in compenso in questa società gli amministratori ed i componenti del Collegio Sindacale dopo pochi mesi dall'incarico danno le dimissioni in massa....mah....

5 Comments:

At 9:41 PM, Anonymous luisa said...

scusa zener ,vorrei farti una domandina:in soldoni cosa significa quando si dice che una societa' e' sottovalutata o sopravvalutata?ad esempio quando si sente dire"quota dieci volte gli utili con questo valore di prezzo"?grazie e scusa per il disturbo(p.s.rispondi quando hai tempo,ci mancherebbe)luisa

 
At 1:00 PM, Anonymous Anonimo said...

ciao Luisa
prima di parlare del PE apro una parentesi
Personalmente darei un'occhiata anche a ROI e ROE: meglio se sono a livelli sufficienti circa dal 10% in su o - se inferiori - danno segnali di crescita costante del 10 -15% guardando i bilanci degli anni passati e per il futuro un'occhiata ai piani industriali se ci sono
In presenza di proventi/oneri staordinario che hanno "sconvolto" l'andamento di uno o più esercizi il ROE e ROI andrebbero ricalcolati senza queste interfenze oltre a considare il patrimonio al netto di eventuali dividendi non ancora distribuiti.
Poi guardo anche il PE: se basso ma con ROI e ROE accettabili ci si può fare un pensiero...ovvio il Pe di una società è un dato non assoluto.
Ci sono società mature che hanno PE bassi 15-20X ma prospettive di cesicta di utili bassi e magari in linea con il settore (il confronto lo faccio con le società USA su Yahoo finanza..ho il link a fianco).
Ci sono società con PE alti tipo 50-70X ma con prospettive di crescita alte e basta poco - anche qualche milionata di utili in più - per dimezzare tale valore e renderle appetibili.
Guarderei anche l'EV/ebitda: gli elemneti nececssari al suo calcolo sono diversi dal PE (enterprise Value = capitalizzazione + PFN negativa) e al posto dell'utile finale si prende come denominatore lì'EBIT...più è basso meglio è ma ovviament il tutto visto in un'ottica di insieme che tiene conto anche del ROi, ROe e previsioni future.
Almeno questo per quanto riguarda una valutazione sui multipli su redito.
Poi ci sono altre valutazioni che si basano più sulla capacità di produrre cassa (dcf Model) ma sono troppo influenzati da previsioni a lungo termine e da input (tassi di crescita, tassi di rischio) variabili da analista ad analista.
ZEner

 
At 8:37 AM, Anonymous luisa said...

grazie mille!!!!!!!!!!!!!!!!!!luisa
sei un grande!

 
At 6:48 PM, Blogger marshall said...

Zener,
con Finarte ci andrei un pò cauto.
Ciao.

 
At 9:16 PM, Anonymous Anonimo said...

Ciao Marshall!
è sempre un piacere sentirti!
Tranquillo...di Finarte è un'impresa trovare il bilancio...
Zener

 

Posta un commento

<< Home